Inail sostiene le imprese che investono nella sicurezza dei lavoratori

Ecco il bando Isi 2014 per tutelare le imprese che investono in salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

Inail sostiene le imprese che investono nella sicurezza dei lavoratori”. È questo il claim della campagna di comunicazione dedicata al bando Isi 2014 e all’OT24. Si tratta di iniziative di Inail a favore delle imprese che migliorano la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Con Isi 2014, l’Inail mette a disposizione 267 milioni di euro, suddivisi in budget regionali, per la realizzazione di progetti di investimento e per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Con il cosiddetto sconto per prevenzione, le aziende con dipendenti, attive da almeno due anni, possono presentare domanda per ottenere una riduzione sul premio assicurativo. È necessario che abbiano realizzato, nell’anno precedente alla richiesta, interventi di prevenzione per migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Fondi a disposizione

Con il Bando Isi 2014 l’Inail mette a disposizione circa 267,5 milioni di euro di finanziamenti a fondo perduto. Gli stanziamenti vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento per un massimo di 130 mila euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto.
I finanziamenti Isi sono cumulabili con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

Prima fase: inserimento online del progetto

Dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18 del 7 maggio 2015, nella sezione Servizi online, le imprese registrate al sito Inail hanno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda. Ciò consentirà di effettuare simulazioni relative al progetto da presentare, verificando il raggiungimento del punteggio “soglia” di ammissibilità, nonché di salvare la domanda inserita.

Seconda fase: inserimento del codice identificativo

Dal 12 maggio 2015 le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità e salvato la domanda possono accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individua in maniera univoca.

Terza fase: invio del codice identificativo (click-day)

Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download. La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 3 giugno 2015.