Infortunio sul lavoro: ecco tutto quello che il lavoratore deve sapere

Un focus OPNASP dedicato all’infortunio sul lavoro, tema di grande interesse che riguarda tutti i lavoratori in maniera trasversale

La definizione di ‘infortunio sul lavoro’

L’articolo 2 del DPR del 30 Giugno 1965 definisce ‘infortunio sul lavoro’ un evento dannoso per la persona. Un evento che si manifesta in modo rapido e violento, involontario, in occasione del lavoro. Un evento che, in sostanza, pregiudica la capacità lavorativa del soggetto interessato per un periodo pari o superiore a tre giorni.

Un infortunio sul lavoro è tale se…

L’assicurazione obbligatoria Inail copre ogni incidente avvenuto per ‘causa violenta in occasione di lavoro‘ dal quale derivi la morte, l’inabilità permanente o l’inabilità assoluta temporanea per più di tre giorni. Occorre, però, sottolineare che l’infortunio si differenzia dalla malattia professionale. Nel primo caso, infatti, l’evento scatenante è improvviso e violento, mentre nel secondo le cause sono lente e diluite nel tempo.

Per ‘causa violenta’, poi, si intende ogni aggressione che dall’esterno danneggia l’integrità psicofisica del lavoratore. Per ‘posto di lavoro’, invece, si intende un accadimento durante attività lavorativa, accompagnato da un rapporto indiretto di causa-effetto tra l’attività lavorativa svolta dall’infortunato e l’incidente che causa l’infortunio in questione.

Una legislazione variegata

No, la legislazione non è la stessa per tutti i tipi di infortunio. La normativa a riguardo è molto ampia. Possiamo tuttavia affermare che, dal DPR 1124/1965 a oggi, la legislazione è stata implementata fino ad arrivare a esaminare e contemplare i diversi casi specifici tra i vari tipi di infortunio sul lavoro. Un esempio su tutti? L’infortunio in itinere.

I responsabili in caso di infortunio del lavoratore

Per individuare i responsabili dell’infortunio è necessario esaminare l’accadimento nello specifico, caso per caso. Essa non ricade solo sul datore di lavoro. Se, ad esempio, nell’azienda è previsto un preposto, ossia la figura alla quale è affidato l’obbligo di sovrintendere il controllo e la gestione degli adempimenti che garantiscono la sicurezza dei lavoratori, la responsabilità ricade anche su di lui.

L’assistenza al lavoratore in caso di infortunio

In Italia l’assistenza al lavoratore è garantita da un Istituto Nazionale, l’INAIL. Un ente pubblico non economico che gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Tra gli obiettivi principali dell’INAIL figurano il reinserimento nella vita lavorativa degli infortunati sul lavoro e la riduzione del fenomeno infortunistico.