RLST

Il comma 1 dell’articolo 48 del D. Lgs. 81/08 definisce la figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST): “Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale di cui all’art. 47, comma 3, esercita le competenze del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di cui all’articolo 50 e i termini e con le modalità ivi previste con riferimento a tutte le aziende o unità produttive del territorio o del comparto di competenza nelle quali non sia stato eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza” E, al comma 4 si chiarisce che “Per l’esercizio delle proprie attribuzioni, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale accede ai luoghi di lavoro nel rispetto delle modalità e dei termini di preavviso individuati dagli accordi di cui al comma 2 (….)” Il RLST opera attraverso l’organizzazione sul territorio di Organismi Paritetici (art. 51 e art. 2, comma 1, lettera ee) che, sulla base di specifici accordi contrattuali fra le parti sociali ne regolamenta l’operatività sul territorio (la capacità di intervento nelle aziende, la formazione, ecc.).

Il ruolo del RLST va però ben oltre quanto definito dalle norme. La priorità per qualsiasi lavoratore, imprenditore o istituzione in generale, deve sempre essere quella per la prevenzione per un lavoro sicuro, senza infortuni, né incidenti.

Un lavoro in sicurezza vuole anche dire un lavoro sicuro, fatto di aziende sane e produttive. Per questo il ruolo del RLST diventa ancora più importante. Un ruolo che non deve essere visto di “controllo” ma che deve essere interpretato come un aiuto, un supporto, per i lavoratori, per i dirigenti nelle aziende, per gli imprenditori. Un ruolo di collaborazione per analizzare le varie situazioni presenti in azienda per valutare le opportunità di miglioramento immediato e in prospettiva.

Tutto questo deve essere un obiettivo comune, per la crescita delle aziende e dell’intero settore che è tuttora trainante per il nostro paese e che lo deve maggiormente essere per il futuro.