La sicurezza? Meglio impararla fin da bimbi con i corsi di Conflavoro Pmi

A Cagliari il presidente territoriale Cristina Mele ha organizzato un evento formativo che ha richiamato l’interesse di diversi comuni. Da settembre collaborazione con le scuole

La cultura della sicurezza? Si assimila in modo più efficace se ci si affaccia fin da bambini ai suoi concetti fondamentali. E’ per questo motivo che l’associazione delle piccole e medie imprese Conflavoro PMI Cagliari ha organizzato, negli scorsi giorni, un vero e proprio evento formativo destinato ai giovanissimi di età compresa tra i 6 e i 10 anni. Un corso antincendio di due ore, originale visti i piccoli allievi, con un approccio innovativo alla questione della sicurezza. Un corso che, come spiega l’ing. Cristina Melepresidente di Conflavoro PMI Cagliari, ha avuto risvolti positivi già nell’immediato. E adesso si lavora per portare questi eventi formativi nelle scuole di vari comuni della regione. Info su cagliari@conflavoro.it.

“Siamo rimasti tutti quanti piacevolmente stupiti dal fatto che i bimbi – spiega Cristina Mele – abbiano subito messo in pratica, senza che nessuno lo avesse chiesto loro, i concetti appresi durante il corso antincendio svolto in una delle nostre sedi, al polo culturale e dell’alta formazione di Sanluri. Davanti al Polo si trova il parco S’Arei e i bimbi, terminato il corso, si sono precipitati lì coi genitori per cercare di mettere in pratica quanto imparato. Era, del resto, un corso su incendi in luoghi chiusi e incendi boschivi”.

Quando i piccoli insegnano la sicurezza ai grandi

Sono stati i genitori stessi a spiegare a Cristina Mele e al vicepresidente di Conflavoro PMI Cagliari, Erminia Saba, quanto accaduto. “Le nostre lezioni hanno così colpito i piccoli – sottolinea Mele – che i bimbi hanno trovato il modo di trasmettere la cultura della sicurezza ai genitori in situazioni all’apparenza banali, abitudianarie. Ma che, proprio per questo motivo, sono potenzialmente pericolose”.“Un esempio? Una mamma che fumava mentre faceva benzina all’auto – ricorda Mele – è stata invitata da uno dei nostri piccoli studenti a non farlo mai più. Non è poco, è una vittoria perché il senso del nostro corso antincendio è proprio questo: far sì che i grandi di domani siano formati alla sicurezza fin da oggi e possano trasmettere subito l’importante messaggio”.

I bimbi non sono stati selezionati tramite le scuole, ma grazie alla collaborazione di Labix Web Agency di Nicola Pisci. L’evento formativo, però, ha avuto talmente risalto da aver già smosso la curiosità di alcuni comuni della Sardegna. L’impegno di Conflavoro PMI Cagliari, dunque, già da settembre potrebbe essere parte integrante del percorso scolastico dei bimbi.

Nuovi corsi in vista

“Il senso del corso – conclude Erminia Saba – è in tutto e per tutto identico a quello seguito dagli adulti. Naturalmente a livello teorico, perché non possiamo certo far spegnere incendi ai bimbi. Le prove pratiche sono state eseguite da noi adulti. Per i bimbi abbiamo portato in aula una maschera con respiratore e annessa una piccola bombola d’ossigeno. E abbiamo utilizzato slide animate e filmati reali per parlare di nozioni generali sull’antincendio, combustione, triangolo del fuoco, classificazione ed estinzione dei fuochi”. E alla fine, per i piccoli studenti della sicurezza, anche un attestato di partecipazione con la collaborazione della Conflavoro PMI nazionale guidata da Roberto Capobianco.

Visto il grande entusiasmo suscitato dal progetto e il boom di richieste, istituzionali e non, per nuovi corsi, sono già al vaglio alcune idee per il futuro. Tra queste, corsi sulla sicurezza stradale, a scuola, a casa  e anche sull’amianto. Per ogni informazione o richiesta è possibile inviare una email all’indirizzo cagliari@conflavoro.it.